Se sei un insegnante di scuola primaria forse ti è capitato di dover insegnare musica e

  • non sapere bene dove andare a parare, sperando nell’arrivo dell’esperto che potesse riempire quelle ore
  • andando a spulciare libri per trovare esercizi e giochi musicali che spesso, non avendo frequentato l’ambito, non ti facevano sentire propriamente a tuo agio, ma ti toccava farlo…

oppure

  • conosci la musica ma non sai come trasferirla ai bambini in modo efficace, creativo e divertente.

Hai anche ragione. Non puoi fare tutto!

Se ti capita di trovarti in una di queste situazioni, da musicista, musicoterapeuta e conduttore di laboratori con i bambini – da 24 anni a questa parte – penso di avere qualcosa da dirti affinché tu possa insegnare le basi musicali divertendoti con la tua classe, rendendo l’apprendimento efficace e creando composizioni uniche.

Non ha importanza se sei musicista o meno, se ti senti musicale o no, ciò che è importante è che tu voglia farlo, perché si utilizzeranno elementi essenziali che potranno essere poi arricchiti a volontà.

Spesso la preoccupazione è preparare i bambini per affrontare musica alle medie e così ci si butta a capofitto sul flauto dolce, che è uno strumento difficile da suonare e non produce subito un bel suono, trasformando l’esperienza musicale in qualcosa di faticoso per i bambini, non permettendo inoltre di lavorare su quelle che sono le fondamenta della musica: il suono, la percussione, il movimento e la voce.

In questo workshop l’intento è condividere con le insegnanti degli strumenti di lavoro che possano aiutare i bambini a contattare le radici del suono, gli elementi costitutivi, la bellezza del gesto concentrato, la potenza del silenzio, la meraviglia delle composizioni che si possono fare anche con pochissimi elementi.

E per ciò che riguarda imparare ad andare a ritmo, leggere i valori musicali, le note, le melodie ecc.?
Verranno affrontati anche questi argomenti che nasceranno dall’esperienza diretta dei bambini.
L’intento è che possano apprendere la logica e il cuore del codice musicale, utilizzando pochi elementi, sperimentando tanto in infiniti modi e scoprendo le molteplici possibilità di combinazioni.
In questo modo comprenderanno alle radici il codice musicale per poi poterlo ampliare gradualmente con più efficacia e comprensione.

Questo lavoro oltre a essere utile alla didattica musicale, potenzia e migliora altri aspetti, quali:

  • attenzione del singolo e del gruppo
  • coesione di gruppo
  • consapevolezza del proprio corpo, di sé e del gruppo
  • capacità di auto-osservarsi

 

IMPARERAI

  • come indagare assieme ai bambini il concetto di musica, attraverso specifiche domande, per poter comprendere perché siamo qui a fare musica assieme
  • conoscere strumenti musicali belli e con un bel suono, facilmente utilizzabili dai bambini che ti permetteranno di rendere la lezione più ricca, facilitando l’apprendimento
  • esercizi per sperimentare e conoscere i parametri del suono
  • esercizi di suono e movimento per divenire consapevoli del suono attraverso il corpo
  • esercizi per scoprire assieme il concetto di ritmo
  • esercizi per riprodurre ritmi
  • esercizi per improvvisare ritmi
  • come fare composizioni ritmiche
  • come scrivere le composizioni ritmiche
  • ritmi con il corpo
  • esercizi per scoprire assieme il concetto di altezza
  • il flauto a coulisse
  • l’altezza del suono e il movimento
  • esercizi per suonare e cantare melodie
  • composizioni melodiche
  • composizioni ritmico melodiche
  • improvvisare melodie
  • la direzione d’orchestra per
    • aiutare i bambini a comprendere e sperimentare direttamente i parametri del suono
    • sperimentare la composizione estemporanea
    • sperimentare l’essere guida del gruppo
    • scoprire le infinite possibilità che abbiamo già con pochi elementi essenziali
    • dirigere composizioni scritte da noi

Negli esercizi elencati sopra ci sono 5 elementi chiave che si intersecano fra loro: ritmo, melodia, composizione, improvvisazione e direzione d’orchestra. Ognuna rientra nell’altra.
Gli esercizi provengono dall’esperienza fatta come musicista e da molti anni dedicati alla musicoterapia e la maggior parte sono stati elaborati e costruiti direttamente sul campo calibrandosi sui bisogni e il potenziale dei bambini.
Durante il Workshop verranno mostrati gli esercizi e ogni partecipante potrà provarli e farne esperienza.
Per tutti gli esercizi verranno lasciate le dispense.